Ha carattere misterico e ambivalente, risale già ai tempi precristiani, si tratta della principale festa della luce ma ha il suo epicentro nella notte … secondo le tradizioni antiche questa notte corrisponde alla notte di mezza estate, ove il mondo naturale e soprannaturale si compenetrano e cose ritenute impossibili diventano possibili, ed il tempo si ferma

LA FESTA COLLEGA GLI ESSERI UMANI CON LA LORO ORIGINE SPIRITUALE e, nella sua più profonda natura, RIINVIA AL FUTURO, quando sarà celebrata dagli uomini in modo pienamente cosciente

Gli agricoltori IN QUESTO GIORNO valutano il lavoro svolto nei primi 6 mesi dell’anno, e a seconda di come avranno “seminato” otterranno il loro raccolto per i mesi futuri … in agricoltura COSI’ COME NELLA NOSTRA VITA oggi è un MOMENTO DI ANALISI, di PRESA DI COSCIENZA e di RIFLESSIONE… valutando se siamo in grado di TRASFORMARE I LUMINOSI PENSIERI che ci vengono dal cosmo IN MOTIVAZIONI PER LE NOSTRE AZIONI INDIVIDUALI, se SIAMO DISPOSTI A FARE ATTIVAMENTE E CREATIVAMENTE CIO’ CHE E’ NECESSARIO.

Giovanni Battista era una figura potente, una voce che chiamava nel deserto, un UOMO DEL “DESERTO”… si ergeva nella linea dei profeti, i quali erano i sapienti della storia, i sapienti del significato della COSCIENZA e della RESPONSABILITA’ MORALE … egli era qualcuno che ASCOLTAVA: il giorno che celebra la sua nascita è una festa d’ispirazione per il futuro, dell’ascolto profondo degli altri esseri umani che deve essere imparato di nuovo …

-> VOLGERSI ALL’INTERIORITA’, ALLA PROPRIA COSCIENZA … LASCIAR CRESCERE, in piena coscienza e nel più intimo silenzio, LA PROPRIA FORZA INTERIORE, spirituale.

Dopo il giorno di San Giovanni la durata del dì (=ore diurne illuminate dal sole) diminuisce ma IL SOLE IN NOI DEVE CRESCERE e rischiarare l’oscurità … ABBI CURA DEL TUO GIARDINO E FALLO FIORIRE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − dieci =